Fondazione Reggio Children

logo_mailLa Fondazione non profit Reggio Children Centro Loris Malaguzzi è nata ufficialmente il 29 settembre 2011 al Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia, con l’obiettivo di “Educazione e ricerca per migliorare la vita delle persone e delle comunità a Reggio Emilia e nel mondo”, attraverso la promozione del Reggio Emilia Approach, una filosofia educativa che si fonda sull’immagine  di un bambino e, in generale, di un essere umano portatori di forti potenzialità di sviluppo e soggetti di diritti, che apprendono, crescono nella relazione con gli altri.

Questo progetto educativo globale, che viene portato avanti nelle Scuole e nei Nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia e al quale si ispirano scuole di tutto il mondo, si fonda su alcuni tratti distintivi: la partecipazione delle famiglie, il lavoro collegiale di tutto il personale, l’importanza dell’ambiente educativo, la presenza dell’atelier e della figura dell’atelierista, della cucina interna, il coordinamento pedagogico e didattico.

Seguendo la centralità dei “cento linguaggi” di cui l’essere umano è dotato, tramite gli spazi atelier viene offerta quotidianamente ai bambini la possibilità di avere incontri con più materiali, più linguaggi, più punti di vista, di avere contemporaneamente attive le mani, il pensiero e le emozioni, valorizzando l’espressività e la creatività di ciascun bambino e dei bambini in gruppo.

Diffondere in tutto il mondo i valori del Reggio Emilia Approach, anche attraverso il confronto con altri Paesi e altre esperienze, contribuire allo sviluppo del  Centro Internazionale Loris Malaguzzi come centro di ricerca, innovazione e sperimentazione nei diversi ambiti del sapere; mantenere e far evolvere il patrimonio dell’esperienza e la qualità dei Nidi e delle Scuole di Reggio Emilia, proseguendo gli scambi con tutto il mondo sono gli obiettivi principali della Fondazione.

Una Fondazione che diventa l’ulteriore sviluppo del Reggio Emilia Approach: non più solo progetto educativo per i bambini tra 0 e 6 anni, ma possibile approccio rivolto all’intera città e alle città del mondo per il benessere e la crescita della comunita’.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *